I ruoli si ribaltano : gli studenti in cattedra

Il liceo scientifico “Giovanni Da Procida” di Salerno ha organizzato la Settimana dello Studente dal 27 Marzo al 1 Aprile di quest’anno. È stata organizzata secondo un calendario stabilito dai rappresentati d’Istituto, calendario che permetteva ai ragazzi di conoscere  le attività previste giorno per giorno.

I corsi sono stati vari: dallo sport ai problemi scolastici, dall’attualità alla legalità. Quelli di maggiore interesse sono stati :“Essere o dover essere”, tenuto da Daniela Brigante e Chiara Tenuta (4^A) riguardante i comportamenti umani in vari contesti e le loro motivazioni; “Cinema e Propaganda” a cura di Carmen Mangino, Francesca Angelucci (4^A) e Benedetta Petrella (5^B) sulla nascita del cinema e sua evoluzione nel tempo; “Pro e Contro” a cura di Silvia Lorito (3^A) Ciro D’Antonio e Luca Bernardino (5^G) in cui si e’ discusso dell’omosessualità.

I nomi dei partecipanti e le attività precedentemente elencati sono soltanto una parte del programma durante questa settimana.

Sono stati organizzati tornei sportivi come ad esempio quello di ping pong, (a cura di Davide Petrella di 4^L), con più di 60 partecipanti, che ha visto come finalisti Domenico Tripodi di 5^G e Andrea Giulio Cerracchio di 2^A. I due ragazzi dopo aver superato le fasi di girone (ottavi, quarti e semifinale) con determinazione hanno raggiunto la finale a cui tanto puntavano. Il premio per il vincitore è stata una coppa, per il secondo posto una medaglia d’argento.

Ci sono stati poi vari incontri, per aprire la scuola alla realtà: il 30 Marzo con Luca Apolito, vice direttore del Giffoni Film Festival, con il quale 50 allievi collaboreranno alla realizzazione di un cortometraggio; la videoconferenza “Storie della Palestina” tenutasi il 28 Marzo con Father Vincent, un prete palestinese che vive da diversi anni a Betlemme, accompagnato da un ragazzo di origine napoletana e da due ragazzi palestinesi. L’incontro ha coinvolto tutti i partecipanti poiché il sacerdote li ha commossi con  parole toccanti, nate dall’esperienza personale nel conflitto islamico-palestinese.

La settimana dello studente e’ stata un’iniziativa che ha coinvolto tutti i ragazzi del Liceo, dal primo al quinto anno. E per finire in bellezza, è stato organizzato un pic-nic alla Casetta di via Camillo Sorgente per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa meravigliosa esperienza.

GIULIA MANZIONE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *